palazzo_reale_genova

“Dietro le Reali Stanze” del Palazzo Reale di Genova

Un percorso tra gli oggetti di arredo e i documenti conservati nei magazzini del Palazzo genovese di Via Balbi 5

Il Palazzo Reale di Genova si trova al numero 5 di Via Balbi, a pochi passi dalla Stazione di Piazza Principe.

Questa strada, che scende da Principe e arriva a Piazza della Nunziata, fu costruita e progettata tra il 1601 e il 1618 per volere di Stefano Balbi,  ricco esponente della famiglia di banchieri genovesi Balbi e fu, infatti, subito soprannominata “la strada degli signori Balbi” (come ci ricorda Wikipedia 😉 ).

Oltre ad attestare l’importanza rivestita della famiglia, la nuova strada creava un percorso alternativo a Via Prè, modificando e migliorando l’urbanistica genovese.

L’edificio che oggi è conosciuto come Palazzo Reale fu costruito tra il 1618 e il 1620, a cui seguì un ampliamento tra il 1643 e il 1655, sempre per volere della famiglia Balbi.

Nel 1677 fu venduto alla famiglia Durazzo, che non solo l’ampliò, ma vi annesse il vicino Teatro del Falcone, il primo teatro pubblico genovese…  di cui noi non conoscevamo neanche l’esistenza prima della nostra ultima visita a Palazzo Reale!

Il Teatro ospitò tra gli altri Goldoni e Paganini, ma fu poco utilizzato dopo la costruzione del Teatro Carlo Felice e f, purtroppo, distrutto da una bomba durante la Seconda Guerra Mondiale.

Nel 1823, il Palazzo, divenne proprietà dei Savoia, che lo adibirono a dimora reale.

Per me, Palazzo Reale è uno dei musei più affascinanti di Genova (avevo già confessato questo mio amore  nel post 15 COSE DA FARE ASSOLUTAMENTE A GENOVA!).

LA BELLEZZA DI PALAZZO REALE

Al suo interno sono conservati molti degli arredi originali dell’intera storia del Palazzo, dal XVII al XX secolo, che non solo aiutano a capire come potevano essere quelle stanze nei tempi passati, ma fanno sognare chi, come me, ama immaginare la vita sfarzosa dei secoli passati: i vestitoni delle dame, le chiacchiere tra signore, l’odore di sigaro nelle sale “da gioco” degli uomini e i caminetti accessi nelle sere invernali…

All’interno del Palazzo, poi, sono tantissimi gli affreschi e i dipinti di personaggi famosi come il Grechetto, Bernardo Strozzi, il Tintoretto e Van Dyck, che aiutano a ricordare la grandezza della città di Genova nei secoli passati.

La parte più bella dell’intero Palazzo è, secondo me, la Galleria degli Specchi.

La Galleria si ispira a quelle degli altri famosi Palazzi dell’epoca: utilizzando gli specchi si moltiplicano gli spazi. Ma sono anche le decorazioni a rendere questa stanza incredibilmente affascinante: affreschi e statue ammoniscono i potenti che frequentano il Palazzo, ricordando che i vizi possono condurre alla rovina coloro che sono stati condotti alla gloria dalla virtù (servirebbero anche in molti Palazzi Istituzionali contemporanei! 😉 ).

Io e Stefano siamo tornati a visitare parte del museo in occasione di un’apertura serale che, per soli 3 euro, permetteva la visita a due luoghi inediti.

L’Appartamento delle Dame e il percorso espositivo “Dietro le Reali Stanze”

L’Appartamento delle Dame veniva utilizzato dalle dame d’onore della Regina e, fino a poco tempo fa, veniva utilizzato come ufficio.

Il percorso “Dietro le Reali Stanze“, invece, è un breve itinerario allestito all’interno degli spazi del Teatro del Falcone, davvero molto caratteristico. Qui, infatti, sono esposti alcuni degli oggetti di arredo e dei documenti che fino ad ieri erano conservati nei magazzini del Palazzo.

A noi ha entusiasmato tantissimo, complice la guida “onnisciente! 😉

Siamo davvero contenti che questo bellissimo Palazzo piano piano possa essere scoperto sempre un po’ di più, permettendo anche a tutte quelle cose che altrimenti rimarrebbero nascoste di essere mostrate a tutti. Conoscere i retroscena di un Palazzo come questo, svelando anche i “pezzi da magazzino” è un’idea assolutamente interessante!

Ci hanno detto che il percorso “Dietro le Reali Stanze” è sempre visitabile su appuntamento. Quindi, chiamate e prenotate la visita!

Qui trovate tutte tutte le informazioni per programmare la visita e, sotto “contatti“, trovate i numeri per chiamare e prenotare la visita guidata “Dietro le Reali Stanze”.

Fateci sapere nei commenti se vi è piaciuto e cosa pensate di questo stupendo Palazzo genovese!

Annunci